• News
  • |
  • I primi pallet nella storia
I primi pallet nella storia

È incredibile pensare che il pallet di legno da più di 70 anni è sempre lo stesso. Nonostante la sua semplicità (tavole di legno, blocchetti e chiodi) rispetto ad altri prodotti che sono scomparsi, lui è ancora lì.

Paletta, pedana e bancale sono solo alcuni dei nomi, in italiano, con i quali viene chiamato il pallet.
La normativa UNI EN ISO 445 2009 lo definisce come:

«una piattaforma orizzontale caratterizzata da un’altezza minima, compatibile con la movimentazione attraverso diversi strumenti, carrelli traspallet e/o elevatori a forche […] per la movimentazione di merci o altre tipologie di carichi».


Gli utilizzi di questo prodotto sono molteplici. Principalmente, come chiarito dalla normativa sopra citata, viene impiegato in ambito civile/industriale per il trasporto delle merci imballate.
Come per altre innovazioni tecnologiche però, il pallet non nasce in ambito civile ma in ambiente militare.

Vi siete mai chiesti quando è nato il primo pallet?


La prima piattaforma in legno per impilare le merci ha le sue origini durante la Seconda Guerra Mondiale. Sono stati gli americani i primi ad accorgersi che spostare il carico su piattaforme di legno permetteva l’utilizzo di macchinari che favorivano la movimentazione e lo stoccaggio delle merci (armi e vettovaglie). Il primo carrello elevatore risale al 1917 ed è ad opera di Eugene Clark. L’utilizzo concomitante di questi due strumenti permetteva un risparmio di tempo e di forze notevoli per i soldati.

Il pallet si diffonde in maniera massiva nel mondo civile in contemporanea con lo sviluppo industriale successivo alla Seconda Guerra Mondiale. Le grandi industrie e le catene di distribuzione si accorsero presto che questo strumento rappresentava un enorme vantaggio per tutte le movimentazioni di merci, sia internamente all’azienda che transoceaniche.

Il pallet rappresenta una risorsa fondamentale nel settore industriale, garantisce un risparmio notevole di tempo per il trasferimento della merce e, grazie alla sua superficie di appoggio, funge da isolante tra carico e suolo.